Pubblicita

25 settembre 2020

Un campo di FootGolf nel Parco Nazionale della Sila?

Questo sport relativamente nuovo che ha già riscosso un enorme successo in tutto il mondo e che allo stato attuale non è ancora riconosciuto dal CONI come sport ufficiale, potrebbe risultare una forte attrattiva per un turismo sostenibile e di qualità nel Parco Nazionale della Sila.

Il FootGolf non è altro che la fusione di due sport diametralmente opposti ma entrambi assolutamente affascinanti: il Golf e il Calcio.

Lo scopo di questo sport è di mandare un pallone da calcio in una buca dal diametro di circa 50 cm nel minor numero di tiri possibili. Come nel golf si gioca singolarmente su 9 o 18 buche e vince la competizione chi completa il percorso con il minor numero di tiri effettuati.

Il campo da gioco puo essere utilizzato contemporameamente sia per il golf che per il footgolf, ed è costituito da appositi percorsi. Le buche da footgolf sono posizionate in modo tale da non danneggiare il campo per consentire sia ai golfisti che ai footgolfisti di giocare sul medesimo percorso senza manutenzione particolare.

Le regole corrispondono a quelle del golf. Il primo tiro viene effettuato dal tee e per raggiungere la buca devono essere superati diversi ostacoli come bunkers, alberi, laghetti o ruscelli.

Avere un tiro potente è utile ma non decisivo. La lettura della conformazione del campo e un tiro accurato sono molto più importanti.




Swiss Digital Funds lancia una Gestione Patrimoniale in YEM

 La società con sede nella rinomata piazza finanziaria svizzera consente ai titolari di YEM di depositare la loro valuta digitale in un port...